Archivio

Archive for the ‘Citazioni’ Category

Lesson Learned

“Just Because You Can Doesn’t Mean You Should”

è la versione americana molto simile a “Se funziona quanto basta, non toccar se no si guasta”

Citazione di un comandante in proprio

…Anzi non sono nessuno per giudicare. So solamente che ho una antipatia innata per i censori, o probiviri… ma, soppratutto sono i redentori che mi disturbano di più.

Corto Maltese

Categorie:Citazioni, Fumetti Tag:

Il valore aggiunto…

“KNOWLEDGE IS NOTHING WITHOUT IMAGINATION”
“La conoscenza è nulla senza l’immaginazione”
(Albert Einstein)

Categorie:Citazioni Tag:

Soltanto una cosa Rende impossibile un sogno…

Soltanto una cosa
Rende impossibile un sogno:
La paura di fallire,
Quando è propria la possibilità
di realizzare un sogno
che rende la vita interessante.

(Paulo Coelho)

Categorie:Citazioni Tag:

Dalai Lama, l’essere umano

Dalai lama: “quello che mi sorprende di più è l’essere umano”
Sacrifica la sua salute per guadagnare il denaro,
Dopo spende il denaro per avere la salute.
E’ così sempre preoccupato per il futuro da non godersi il presente, il risultato è che non vive bene nel presente nè nel futuro.
Egli vive come se non dovesse mai morire e muore senza mai aver vissuto veramente.
Categorie:Citazioni Tag:

in the middle of the road… (Odisseas Elitis)

Το Παράπονο

Εδώ στου δρόμου τα μισά
έφτασε η ώρα να το πω
άλλα είναι εκείνα που αγαπώ
γι’ αλλού γι’ αλλού ξεκίνησα.

Στ’ αληθινά στα ψεύτικα
το λέω και τ’ ομολογώ.
Σα να ‘μουν άλλος κι όχι εγώ
μες στη ζωή πορεύτηκα.

Όσο κι αν κανείς προσέχει
όσο κι αν το κυνηγά,
πάντα πάντα θα ‘ναι αργά
δεύτερη ζωή δεν έχει.

Οδυσσέας Ελύτης (1911—1996;  Nobel Prize in Literature 1979)
*** *** ***

Here in the middle of the road
the time has come for me to say
it’s other those I love.
for somewere else I set off.

In truth, in false
I say it and I admit it.
As I it was someone else, not me,
I wandered through life.

No matter how much one ‘s careful,
no matter how much he goes after it,
always it ‘ll be late
there ‘s no second life.

*** *** ***

Categorie:Citazioni, Ludoteca Tag:

Citazioni serie e semiserie

le citazioni sono sempre utili per fare delle rifessioni… ma penso che a volte bisogna avere il coraggio di andare oltre sennò sono solo dei “pistolotti” :O)

“Δεν ελπίζω τίποτα. Δε φοβούμαι τίποτα. Είμαι λεύτερος”
“Non temo niente, non spero niente, sono libero”
(Nikos Kazantzakis, 1883-1997)

Una bugia fa in tempo a viaggiare per mezzo mondo mentre la verità si sta ancora mettendo le scarpe”(Mark twain)

“Cos’è l’uomo se tu lo abbandoni alla sola ragione fredda, calcolatrice? scellerato, e scellerato bassamente.”(Ugo Foscolo)

Due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, ma riguardo l’universo ho ancora dei dubbi. (Albert Einstein)

Tutte le verità passano attraverso tre stadi: primo : vengono ridicolizzate, secondo: vengono violentemente contestate,
terzo : vengono accettate dandole come evidenti. (Arthur Schopenhauer)

I grandi spiriti hanno sempre incontrato violenta opposizione da parte delle menti mediocri. (Albert Einstein)

“Ogniqualvolta una teoria ti sembra essere l’unica possibile, prendilo come un segno che non hai capito né la teoria né il problema che si intendeva risolvere.” (Karl Popper)

il cervello ci da abbastanza luce per sapere che vivere è, nel migliore dei casi, solo un sacrificio fatto ad arte. nel peggiore, asini che volano.(C. Bukowski)

‘if’ by rudyard kipling Rudyard Kipling (1865-1936)

If you can keep your head when all about you
Are losing theirs and blaming it on you,
If you can trust yourself when all men doubt you,
But make allowance for their doubting too;
If you can wait and not be tired by waiting,
Or being lied about, don’t deal in lies,
Or being hated, don’t give way to hating,
And yet don’t look too good, nor talk too wise:

If you can dream – and not make dreams your master,
If you can think – and not make thoughts your aim;
If you can meet with Triumph and Disaster
And treat those two impostors just the same;
If you can bear to hear the truth you’ve spoken
Twisted by knaves to make a trap for fools,
Or watch the things you gave your life to, broken,
And stoop and build ‘em up with worn-out tools:

If you can make one heap of all your winnings
And risk it all on one turn of pitch-and-toss,
And lose, and start again at your beginnings
And never breath a word about your loss;
If you can force your heart and nerve and sinew
To serve your turn long after they are gone,
And so hold on when there is nothing in you
Except the Will which says to them: “Hold on!”

If you can talk with crowds and keep your virtue,
Or walk with kings – nor lose the common touch,
If neither foes nor loving friends can hurt you,
If all men count with you, but none too much;
If you can fill the unforgiving minute
With sixty seconds’ worth of distance run,
Yours is the Earth and everything that’s in it,
And – which is more – you’ll be a Man, my son!


Il giudizio di gusto determina il suo oggetto, per ciò che riguarda il piacere (in quanto bellezza), pretendendo il consenso d’ognuno, come se il piacere fosse oggettivo.
Dire che questo fiore è bello vai quanto esprimere la propria pretesa al piacere di ognuno. Il piacevole del suo odore non ha simili pretese. Ad uno piace, ad un altro dà alla testa. E che cosa si potrebbe presumere da ciò se non che la bellezza dovrebbe essere considerata come una proprietà dell’oggetto stesso, non regolata dalla diversità degli individui e dei loro organismi, ma su cui invece questi dovrebbero regolarsi, volendone giudicare? E nondimeno non è così. Perché il giudizio di gusto consiste proprio nel chiamar bella una cosa soltanto per la sua proprietà di accordarsi col nostro modo di percepirla.
(Immanuel Kant)

Categorie:Citazioni Tag: