Home > Citazioni, Fumetti, Ludoteca > Corto Maltese e “Venezia mia” (di Eugenio Genero)

Corto Maltese e “Venezia mia” (di Eugenio Genero)

Letteratura disegnata:

incredibilmente romantico Hugo Pratt mette nei pensieri di Corto  in una delle tavole di “Corte Sconta detta Arcana” alcuni versi della poesia di suo nonno “Venezia mia”
“A cosa pensi” dice Rasputina  a Corto mentre marciano nel deserto, scortati da un soldato  cinese a cavallo, “A Eugenio Genero, un poeta vernacolo veneziano”, è la risposta di Corto…


VENEZIA MIA

Quando, Venezia mia, su le to case,
una gloria de sol xe sparpagnada,
lassime dir, se’l paragon te piase,
che ti me par na tosa spensierada.

Che ti me par; quando ti dormi in pase
dai basi de la luna inarzentada,
in mezo l’aqua del to mar che tase,
la poesia che sogna inamorada.

Che fra ‘l caligo, ti me par na fia
che vogia far mistero del so incanto,
de soto un velo de malinconia,

e quando inveçe piove; dal dolor,
na bela dona che se strusa in pianto
dopo un contrasto avudo per amor.

Eugenio Genero (1875-1947)

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: